Benvenuti al sito dell’ A.C.I.  –

Associazione Cinofila Italiana

Sandrolini Monica 🇮🇹

  /  Sandrolini Monica 🇮🇹

Sandrolini Monica 🇮🇹

Amministratrice A.C.I.

Informazioni

Premesso che; le rivoluzioni hanno successo se vissute con passione da molte persone , non da due o tre.
Nasco in una famiglia dove gia’ nel 1951 erano presenti  cani. In quel caso Boxer, il primo arrivo’ i proprio quell’anno dalla Germania.Non avevo ancora 18 anni che gia’ avevo avuto la mia prima cucciolata di boxer (cucciolata effettuata con cognizione di causa).
Nello stesso periodo, a differenza di molti ragazzi della mia eta’ la domenica andavo a fare il commissario di ring in expo enci , facendo assistentato con i piu’ grandi giudici italiani del periodo.
Perchè facevo questo ? Per imparare , la preparazione dei giudici che ho assistito mi ha regalato un bagaglio culturale non indifferente, solo il capire che un bel cane non sempre vuol dire che esso sia in standard, ha fatto la differenza, rimanendo chiaramente affascinata dal dialogo tecnico che veniva effettuato.
Quando ti accorgi di non sapere hai voglia di apprendere .
A 20 anni circa avevo gia’ una discreta famiglia di boxer,.Coadiuvata al tempo da un allevatore della razza, che mi aiutava nelle scelte.
Ho portato cani in expo, ho vinto ho perso, ho fatto migliori di razza , coppia gruppo , ho fatto addestrare alcuni soggetti e li ho fatti gareggiare in classe lavoro.
Ho avuto la fortuna di “possedere” la madre di due famosi campioni , canina che mi ha regalato tanto grande compagna di vita.
Sempre con i boxer ho avuto l’opportunita’ di entrare nel consiglio e di essere responsabile per la genetica di una delegazione del Boxer club Italia . Carica che ho concluso agli inizi del 2000.
Nello stesso tempo ho avuto la fortuna di confrontarmi con un altra razza che ho imparato a stimare ed amare che mi ha visto crescere dal punto di vista cinotecnico.
Nel 1987 è arrivato un cane di Terranova… Carattere importante bellissimo cane , il mio Ugo è stato un altro punto fondamentale della mia vita, la mia Maya, la mia unica cucciolata e la mia ultima femmina che mi ha portato via il cuore Omega , quante volte ho detto mia…. Si loro hanno arricchito la MIA vita.
Con Brio (figlio delle linee di sangue piu’ importanti di quel tempo) ho avuto tantissime soddisfazioni , in expo (una volta ho anche pianto) non a tutti capita di vincere un raduno in classe libera con tantissimi soggetti provenienti da tutte le parti d’Italia, quando non te lo aspetti assolutamente.     La domenica successiva Ugo arrivo’ primo a pari merito (89\100) nei primi brevetti di salvataggio effettuati in Italia . Questo perchè a differenza dei ben pensanti un bel soggetto deve essere anche funzionale !!!! Grazie a lui ho preso parte alla costituzione del Glap Gruppo lavoro in acqua di Pisa dove appaio chiaramente come socio fondatore e consigliere fino al 1993.
La mia unica cucciolata me la sono goduta fino alla fine , Ugo si accoppio’ diverse volte con canine di tutte le parti d’Italia , molti dei suoi figli sono arrivati primi con cac e cacib in expo E.N.C.I.  si sono lanciati dall’elicottero hanno partecipato a simulazioni di catastrofe ecc ecc Sono stata per anni presa in giro perchè conoscevo le genealogie di molti cani di Terranova. Eppure non duravo fatica !!! Che fosse passione senza saperlo ?
Nel frattempo mio padre , porto’ a casa il primo Australian Shepherd e chi l’aveva mai visto !! In quegli anni non era una razza riconosciuta F.C.I., i primi soggetti arrivarono in Italia dal Canada insieme ai cavalli. Anche quel tipo di cane , in quel caso da pastore,possedeva tantissime sfaccettature sia caratteriali che morfologiche che fino a quel momento non avevo mai preso in considerazione.Da quel soggetto si trova riscontro in alcune linee di sangue successivamente riconosciute fci.
Negli anni sono invecchiata…… E il perdere i miei compagni di vita mi ha fatto stare male, i boxer la mia ultima terranova (che non ho mai fatto accoppiare… Perchè nessuno ne era degno, da questo si capisce molto…) mi ha fatto concludere un ciclo della mia vita, niente e nessuno era paragonabile a loro, non perchè non lo fossero ma l’amore che ci siamo dati è stato talmente importante e forte che non avrebbe trovato la giusta compensazione in altri cuccioli.
Chiaramente in quegli anni ho adottato, trovato soccorso tanti altri cani per ognuno potrei raccontare aneddoti e ricordi.
Avrete senz’altro capito che la mia vita privata e familiare è sempre stata allietata da cani .
Mia figlia non ha mai avuto paura dei cani anzi c’è cresciuta in mezzo !!
Sotto il passeggino viveva costantemente la mia Floppy.
I miei cani mi hanno confortato , portato per mano.
Cercando di farla piu’ breve possibile successivamente sono arrivati i miei Mastini Tibetani… Gran cani, grandi insegnanti !!!
Con il mio Marte ho fatto pochissime expo (nelle nostre mi accompagna ma non ha mai potuto  partecipare) di cui non ricordo un secondo posto qualificato al Cruft cac cacib bob ecc ecc .Adesso attualmente mi sono arricchita anche spiritualmente di 8 Tibetani , un pastore tedesco due cani arcobaleno, simpaticissime e la yorky …. Per chi non lo sapesse adottata insieme alla Faffy in Giugno 2017. E’ lei l’Alice che guida dal basso tutta la famiglia. Nell’ ultimo anno ho avuto la soddisfazione di vedere un mio cucciolo alla prima uscita prendere il primo posto cac cacib bos. I miei cani per impegni personali non girano per Expo e a volte me ne rammarico ma un bel cane in standard lo è anche per le nostre città. Le loro immagini sono presenti su libri . In ultimo uno dei miei soggetti ha raggiunto l ‘ obiettivo unico per la razza nel conseguire il brevetto operativo di salvataggio in acqua..Di questo ringrazio tutti i componenti dell’associazione Accademia Cani Salvataggio, per la preparazione e il supporto non solo tecnico. Primo soggetto in Europa. Inoltre come responsabile della nostra associazione abbiamo preso le distanze dai soggetti considerati di razza Tibetan Mastiff ma di provenienza cinese, di allevamento moderno . Qualcuno potrebbe dire :”Ma siete una piccola realtà ! ” Scusate e per questo dobbiamo assistere ad uno scempio! Abbiamo , insieme ad allevatori, stilato lo standard dello Shih Tzu Imperiale (lavorando su documentazioni di studi sul dna americani) . Abbiamo aperto il registro al Cane da Pastore Apuano ( cane censito non solo con dna depositato ma con indagini genetiche ampiamente riscontrabili) Adesso arriviamo al mio  sviluppo in ambito associativo.
Nel lontano 2012 d’ Agosto viene fatto il mio nome presso la sede mondiale di un importante associazione internazionale, per un eventuale apertura in Italia di una delegazione nazionale. Passarono i mesi ed io mi trovavo piena di dubbi , per me esisteva una sola cinofilia ed aveva solo un nome . In Italia c’era gia’ stato chi aveva portartato un aria di rinnovamento cercando di combattere un monopolio ma non aveva trovato un buon riscontro e l’esperienza si concluse velocemente.
Mi sono fatta tantissime domande prima di partire nel Gennaio 2013 per andare in Spagna . La prima è stata ma chi me lo fa fare , in effetti stavo bene come stavo . Facevo le mie cose senza durare tanta fatica…. Poi visitai la sede in Spagna lessi alcune documentazioni ufficiali, direttive europee e mi chiesi per quale motivo in Italia non c’era ancora questa possibilita’ legale di scelta. Si perchè soprattutto in cinofilia ci deve essere la possibilita’ di scegliere come e con chi vivere il proprio cane. Presa dall’ottimismo e da una vena di incoscienza accettai l’incarico, sapendo chiaramente che quello che avevo imparato negli anni non sarebbe stato sufficiente anzi potevano essere delle basi ma da lì dovevo ricominciare. Di una cosa ne vado fiera, perdonatemi, di aver aperto una porta che fino a quel momento nessuno aveva osato aprire. All’inizio come in tutte le cose che cercano un mutamento non è stato semplice, le parole che mi sono state date mi hanno a volte ferito , il complimento piu’ bello è stato (in quel periodo) :” Tu sei pazza !!! Come fai andare contro un monopolio !!! “Siamo partiti in tre e adesso guardate quanti siamo !!!! Nel Marzo di quest’ anno ci siamo staccati dall’ accordo internazionale , per tante motivazioni, la più importante è a mio avviso la non condivisione dell”obiettivo finale prefisso.Le cose nel tempo sono cambiate , ultimo di questi cambiamenti è sotto gli occhi di tutti con il documento della sanita’ pubblicato nel Febbraio del 2017 , dove viene specificato che un cane puo’ essere definito di razza anche da un associazione di allevatori e non solo da E.N.C.I. (ente privato). Questa è stata una vittoria per me , una grande vittoria che pero’ non ci ha fatto vincere ancora la guerra !!!
Per arrivare a tanto è necessario innescare una rivoluzione di pensiero e solo tutti insieme, con le varie doti che ognuno di noi possiede. La nostra associazione è un bene che appartiene a tutti , questo è sempre stato il mio pensiero nelle note di A.C.I. Associazione Cinofila Italiana su fb ci sono tutti i miei pensieri le cose fatte, i progetti realizzati perchè non siamo solo pedigree!!! Perchè ho scritto firmandomi sempre ACI Italia, perchè io faccio parte di un movimento ma non sono il movimento !!!!
L’aprire una porta ha fatto sì che alcuni personaggi, preso un po’ di coraggio abbiano voluto varcarla o ci abbiano usato come trampolino di lancio.In quest è ni casi mi pare doveroso chiedersi se questo è potuto   avvenire per passione o per qualcos’altro. Anche se poco , questo ho fatto . La passione è passione e ritengo che la mia vita sia una vita piena di passione, in tutto quello che ho fatto e faro’, se non fosse così  non avrei affrontato questa grande esperienza associativa.
Il mio ruolo all’ interno della nostra associazione ? Mi chiamano presidente , io preferisco responsabile di A.C.I. Associazione Cinofila Italiana. Perchè una persona responsabile porta o meglio cerca di portare avanti nonostante le difficolta’ un progetto comune custodendolo, preservandolo,difendendolo ,garantendo al progetto stesso e alle persone che come me credono in questo un futuro diverso e comune. . .Il progetto porta via tanto tempo ti dissangua a volte, vero è che ogni tanto le soddisfazioni non si sono fatte mancare , le stesse soddisfazioni che coinvolgono tutti non solo me. A mio favore gioca il fatto di essere per natura testarda, non demordendo davanti alle prime difficolta’, ricordatevi che mi sono state dette tantissime cose…..Questo mi ha portato a pensare che se parlano così qualcosa sono riuscita a muovere !!! Mi sono fatta tanto coraggio e sinceramente non so neppure io dove l’ho trovato. Sono una persona estremamente mite, riservata eppure sono qua. E non è certo una poltrona che mi ha conquistato .Vorrei aggiungere un altra considerazione, quello che scrivo o dico viene fatto in maniera pubblica, perché non ho niente da nascondere e non rientra nel mio essere parlare di cose che non appartengono alla nostra associazione, abbiamo talmente tanto da fare che il parlare degli altri non puo’ trovare tempo.